Mardi gras: Frittelle di Carnevale

Oggi è l’ultimo giorno di Carnevale e come tradizione (religiosa o meno) vuole, si dovrebbero mangiare le cose più grasse e goduriose non più permesse da domani, giorno delle Ceneri e inizio della Quaresima, fino a Pasqua.
Ok la tradizione voleva così… dell’astinenza e digiuno quaresimale me ne sono sempre infischiata però siccome sono a dieta, una mia parte di quaresima la sto facendo anche io.
 
E il mio piatto “grasso” di oggi sono le frittelle di Carnevale che preparava sempre la mia mamma insieme alle bugie e alle frittelle di mela; io mi sono limitata solo alle frittelle classiche, veloci e  fritte al punto giusto.
Ho chiesto la ricetta a mia mamma ma è stata un po’ vaga con le dosi così mi sono dovuta aggiustare; le ho preparate ieri e oggi le finiamo (magari scaldate un po’ nel forno).
 

INGREDIENTI PER LE FRITTELLE DI CARNEVALE 

 
  • 70 g di zucchero
  • 3 uova
  • scorza di limone (io ho messo la scorza di arancia)
  • 100 ml di latte 
  • 2 cucchiai di succo di limone (o arancia)
  • 300 g di farina
  • una bustina di lievito per dolci
  • olio di semi per friggere
Il procedimento è molto semplice: 
 
In una terrina sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la scorza di limone (o arancia), il latte e il succo di limone (o arancia) e continuare a mescolare.
Aggiungere la farina setacciata con il lievito e mescolare. 
Se il composto risultasse troppo duro aggiungere ancora un dito di latte giusto per ammorbidire il tutto.
Lasciare riposare in frigo mezz’ora e poi si passa alla frittura.
In un pentolino dai bordi alti scaldare l’olio e quando comincia a sfrigolare versare il composto a piccole cucchiaiate (meglio usare un cucchiaino e non un cucchiaio come ho fatto io). Lasciare friggere per circa 2 minuti ogni frittella, scolare su un panno carta assorbente e passare nello zucchero semolato.
 
L’ideale sarebbe quello di mangiarle calde appena fatte ma se questo non fosse possibile si conservano in una scatola ermetica e si possono poi riscaldare al momento opportuno.
 
E con questo vi auguro un Buon Martedì Grasso e…
 
…alla prossima!
 
 
 
 
 

 

 
 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *