Ho un nuovo giocattolo: LA LAVASCIUGA!

Ieri mattina ho caricato la lavatrice non immaginando che da li a breve si sarebbe consumata una tragedia. E’ stato l’ultimo carico della piccola Hoover di 8 anni, che ha esalato il suo ultimo respiro in una fumata bianca che neanche a San Pietro all’elezione del Papa.
Ho fuso la mia prima lavatrice, quella regalataci da mia nonna all’inizio della nostra convivenza. E così mi ha lasciata… qualche avvisaglia l’avevo avuta già un mese e mezzo fa ma non volevo darle ascolto, immaginavo che sarebbe arrivato quel momento e così è stato.
Io sono una persona che si affeziona a tutto e quando dico a tutto intendo anche agli elettrodomestici; un anno e mezzo fa è toccata alla lavastoviglie e ieri alla lavatrice.
Spendo molto tempo con loro per questo mi affeziono, alla fine fanno parte della famiglia e dispiace un po’ quando ci lasciano a piedi. Ok sono decisamente pazza!!
Così dopo la fumata bianca e la puzza nauseabonda di gomma bruciata che ha avvolto tutta casa, per prima cosa ho spedito il nano dai nonni che tanto sarebbero passati a prenderlo, e poi rapida occhiata a qualche volantino per vedere se c’era una lavasciuga in offerta.
Mi sono decisa per la lavasciuga, ne ho sentite di cotte e di crude sulle lavasciuga: “eh no bisogna avere 2 cose separate” – ” eh no la roba puzza” – ” eh no se si rompe una si rompe anche l’altra (tiè!)” – “eh no, non lava bene e asciuga peggio” e via discorrendo… premettendo che: a) vivo in un appartamento piccolo e di conseguenza ho un bagno PICCOLO; b) non ho un locale lavanderia; c) non abbiamo tutti sti soldi da spendere; d) sono stufa di avere lo stendino in camera nostra da ottobre a maggio; e) non ho la veranda… me ne frego e prendo la lavasciuga!

Alla fine sul volantino dell’Unieuro abbiamo trovato una Hotpoint-Ariston  modello WDL 8620 IT ad un buon prezzo: 8kg di lavatrice e 6 kg di asciugatrice. Bene affare fatto!

Peccato che una volta acquistata ho fatto l’errore madornale di leggere le recensioni su internet… non l’avessi mai fatto! Poche positive e tutto un: “rumorosissima!! (?)… puzza di bruciatooooo… complicatissima!… il più grosso errore della mia vita! … l’acquisto peggiore che abbia mai fatto!!…” dovevo ancora leggere che di notte salta fuori un mostro a 6 facce che ammazza tutta la famiglia e poi avevo letto tutto!
Mamma mia queste premesse non erano allettanti ma si sa, su internet le opinioni lasciate su alcuni siti vanno prese con le molle per cui non mi sono fidata.
Una volta a casa il marito ha fatto tutti gli spostamenti, portando via la piccola Hoover (lo ammetto, mi è scesa la lacrimuccia, pensando che comunque era un regalo della mia nonna) e piazzando (con vari santi e madonne) la nuova lavasciuga nel bagno.
Prima un lavaggio a vuoto per pulirla poi dovevo per forza rilavare i panni del mattino che ancora puzzavano di bruciato (se penso a quell’odore mi sento male).
Parte e… “Ma Dany l’hai accesa?” – “certo! guarda sta girando!” e il rumore? “Pronto? Unieuro? Vi siete dimenticati di darci quel fastidioso rumore delle recensioni!!”
Ok è veramente silenziosa fino al momento in cui inizia la centrifuga e per poco non ci ritroviamo la lavasciuga in soggiorno!! Ma che cosa è successo? Come mai salta come un toro scatenato? E subito la colpa a me: “ma quanto l’hai caricata?” -“ma pochissimo, non saranno neanche 5 kg” e ripartono i santi e le madonne… Fissa era fissa al pavimento, era in bolla e che voleva di più? Sta a vedere che il rumore era vero.
Poi in un lampo di genio prendo il libretto di istruzioni; pagina 1 “installazione”, rimuovere qui, rimuovere la e… “Marco le hai tolte vero le 4 viti di sicurezza?” “quali viti di sicurezza?” ” quelle dietro che tengono fisso il cestello perché non si muova durante il trasporto…”
Il problema erano proprio quelle 4 viti con i loro distanziali; una volta rimosse è sparita qualsivoglia vibrazione.
Ha fatto il suo ciclo di lavaggio e il suo ciclo di asciugatura; è vero si sente un po’ puzza di bruciato ma ho letto che dopo 3-4 asciugature l’odore sparisce e comunque i vestiti non puzzano. Anzi li ho ritirati caldi, asciutti e profumati.
Ha diversi programmi per il lavaggio e 2 modalità di asciugatura: a tempo (da 40 a 180 minuti) o a livello (ferro da stiro, stampella e armadio).
Prima o poi li proverò tutti in base alle mie esigenze.
Sono soddisfatta del nostro acquisto, in barba alle cattive recensioni, la mia per ora è positiva, devo solo imparare bene ad usarla e soprattutto curarla molto di più di come ho fatto con la piccola Hoover.
Alla prossima!

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *