Febbraio ha solo 28 giorni…ma non passano più!

Se dovessi fare una classifica dei mesi dell’anno gennaio e febbraio starebbero agli ultimi posti.
Il periodo che va dal 7 gennaio al 28 febbraio mi è ostile da sempre, dai tempi della scuola perchè finiva il quadrimestre e ogni giorno c’erano 3 interrogazioni e 2 verifiche; all’università c’era la sessione invernale degli esami… Insomma a me questi 2 mesi mi mettevano un’ansia addosso che non ve la posso spiegare.
Ora non vado a scuola e neanche all’università ma sono a casa, con un duenne che si annoia in continuazione; il tempo atmosferico non aiuta, le giornate sono ancora cortissime, insomma tutto mi porta a desiderare ardentemente l’arrivo delle belle giornate. O almeno qualche grado in più fuori!
E’ passato anche San Valentino, festa amata-odiata da tutti, qui non si è soffermato più di tanto, ormai ci conosce da tempo ed è meglio che non ci metta lo zampino.
Niente regali per San Valentino, se abbiamo bisogno di qualcosa ce lo regaliamo a vicenda in qualsiasi giorno dell’anno.
E neanche uscite romantiche a due, ormai siamo genitori, alla sera siamo stravolti e non abbiamo la benchè minima intenzione di muovere il deretano da casa!
Meglio una cenetta in famiglia a casuccia nostra, e quest’anno ci siamo veramente sfondati di cibo!
Antipasti: crostini con salmone, vitello tonnato e capesante gratinate.
Dopo una bella pizza (ne è avanzata la metà che il marito si è portato al lavoro il giorno dopo)
ed infine una torta. Direi che ce la siamo goduta

Crostini semplicissimi a forma di cuore con burro e salmone affumicato

Capesante gratinate con un mix di pangrattato, parmigiano, prezzemolo, aglio tritato e un po’ di condimento alla soia

Pizza classica con pasta madre

Torta classica panna e cioccolato da pasticceria

E questo è stato il nostro Valentino.


Parlando di altro; mio fratello a Natale 2011 ci ha regalato uno di quei cofanetti week end dovetipare, l’abbiamo lasciato nel mobile per ben un anno, poi ho guardato la scadenza del voucher e ho detto “urge andare da qualche parte”, così mi sono mobilitata e ho cominciato a telefonare prima a Firenze (dai prendiamo il treno, toh c’è un b&b vicino alla stazione, ce la giriamo a piedi, ci divertiremo un sacco!) peccato che a Firenze i b&b segnalati sono al completo fino a luglio!
Sob, cerco altre città in Toscana, trovo Lucca, un bel b&b in centro, mando email, chiamo… non risponde un cane. Sob, chiamo mezza Toscana, il mio pc è un continuo mandare email, nessuna buona notizia; finchè trovo un hotel a Bagni di Lucca, c’è la camera, devo assolutamente prenotare…ma un momento, ho il codice prenotazione bloccato da una struttura fiorentina a cui avevo già detto no.
Diamine! Chiama l’hotel fiorentino, fatti sbloccare il codice, ricontatta quelli di Bagni di Lucca e alla fine…. siiiii ce l’ho fatta!!!! Sono riuscita a prenotare!!
Per la cronaca, da giovedì a lunedì incollata a pc e telefono. Tutto qui!
E quindi ora aspetteremo il 9 marzo per farci il nostro tranquillo week end senza nano (il primo in assoluto). Non vedo l’ora sia per vedere la mia reazione a stare 2 giorni senza di lui, sia per la reazione di Leonardo a stare due giorni con i nonni. Vedremo!!

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *